Giuliano Amato

I TRE PROFILI DI CENTRALITA’ ED IMPORTANZA DELLA GRANDEDISCOVERY. IL NEGAZIONISMO o REVISIONISMO DELLA GRANDEDISCOVERY “SERVIZIEVOLI”

I TRE PROFILI DI CENTRALITA’ ED  IMPORTANZA DELLA GRANDEDISCOVERY
IL NEGAZIONISMO o REVISIONISMO DELLA GRANDEDISCOVERY  “SERVIZIEVOLI” .
Chiudiamo provvisoriamente da oggi la attività di informazione , per conclusione del primo stadio e raggiungimento del risultato . Ma affidiamo a tutti la opera di costante e metodica diffusione, che richiede solo scegliere post o video e diffonderli e commentarli collettivamente, senza sosta , ineluttabilmente , con dedizione pari alla causa ed all’obiettivo comuni, per far crescere consapevolezze e  metodo di conoscenza .   
Francesco Carnelutti, un noto ed insigne giurista , nella  voce “Documento – Teoria moderna” del Nuovissimo Digesto Italiano, 1957, pag 35 ss , ( enciclopedia dedicata al mondo giuridico ed agli istituti del diritto) , definiva il documento come una ” cosa che fa conoscere un fatto ” e che,  come tale ,  si contrappone alla testimonianza , che è invece una narrazione che proviene da una persona che racconta ciò che è accaduto sotto la sua diretta percezione .
IL documento (  che non sia solo prova e verbalizzazione del racconto o  ricostruzione ed analisi sula base di questo )  ha quindi una sua oggettiva consistenza, una valutabilità infinitamente rinnovabile ed è in grado di illustrare un fatto di per sè ed in sè. 
IL documento può essere di vari tipi ovviamente, e deve essere di provenienza certa e originale . 
Tra i documenti la PROVA AUDIO ha ovviamente ( per la digitale ed incontestabile entità oggettiva ) un peso fondamentale , così come ancor più il documento VIDEO . E non è certo banale la osservazione secondo cui,  attivando udito e vista si arriva al centro di capacità cognitive e di sfere interiori e di intelligenza che la semplice parola scritta tocca con maggiore difficoltà. 

Nonostante questo vi è una vulgata “da ultima spiaggia”  secondo la quale , la grandediscovery non avrebbe nè ruolo nè importanza ed avrebbe “meramente” illustrato fatti già conosciuti in generale. 
Questa vulgata viene addirittura da persone “laureate in legge” e suona come la forma ultima del tentativo di ridurre all’insignificante, ed arginare una vicenda di scoperta,  e metodo di scoperta,  che in realtà sono  unici per vicende di tal fatta ,  proprio anche a partire dal  profilo documentale . 
SE qualche pseudo giurista pseudo complottista argomenterà in tal modo , tra un post ed un commento, o in pvt … la risposta nostra e vostra sarà : i documenti audio corroborati dalle indicazioni ed altri documenti contestualizzati attraverso la deposizione diretta di un ( ex,  per rappresaglia a sua scelta coraggiosa ) magistrato, sono un fatto unico e mai avvenuto prima con riguardo a vari aspetti rilevanti nella vicenda . 

2. LA SPECIFICA PORTATA E L’EPICENTRO SCOPERCHIATI. 
Vi è poi il contesto militare coperto con la partecipazione di un corpo di elite a vocazione “sovranazionale ” e i ruoli di militari nostrani ma soprattutto di psichiatri e magistrati direttamente impegnati . e direttamente scoperti ed allo scoperto messi , nelle loro attività criminali. Questo è il secondo profilo in base al quale la Grandediscovery ha un valore ed ha assolto un ruolo essenziali per dare forza verificabile e concretezza alle conoscenze di chi vuole controllare attività criminali ed illegalità gestite all’ombra dei poteri più forti e sotterraneamente sviluppate e finalizzate . 

MA ha anche una funzione propedeutica e una forza propellente per chi oggi si deve confrontare con la esigenza di una alternativa e svolta epocale visto anche lo specifico pericolo in campo e la sua reale dimensione , ripetiamo ” sovranazionale ” . 

3. NEL CASO FERRARO IL CASO SUPERGLADIO E SESSANTA ANNI . 
Vi è difatti  il terzo aspetto che riguarda la valenza generale delle vicende,  la loro finalizzazione contro un/il magistrato Paolo Ferrato e la questione delle qualità note e caratteristiche “studiate” dello stesso , nonchè della ragionevole ricostruzione che , in concreto e mediante documenti, porta a valutare una effettiva attività gestita per lungo tempo con metodologie che sembrerebbero tratte da un film dalla Truman Show struttura . 
Solo che è tutto vero e tutto concretamente apprezzabile . 
Il che significa che chiunque leggerà capirà e rifletterà,  avrà impresso dentro di se una reale e condivisibile consapevolezza CONCRETA,  acquisita dal vaglio concreto di fatti documentati in modo diretto, con le dirette impressioni che anche l’ascolto concentrato di audio non può non comportare . 

” Martedì 11 novembre mattina file copia di ABR 6.waw  40° min Si sente un suono particolare poi S che canta “in paradise” AD ( KATIA ) la incalza con tono innaturale da bambola meccanica “ Ah_bèdèlta_dàì” Sabrina con voce infantile e anomala “ che fai ?! “
Pomeriggio dell’11 Novembre 2008 dalle ore 19 c.a. FILE ABR7.waw al minuto 7 c.a S. ” je piaccio” con cantilena parlata musicaleggiante al min 7 e 14 sec  bambino di  di sesso maschile esclama a voce chiara tra l’incredulo e l’ammirato, mentre S. si è appena allontanata è in cucina “ quant’è bella …. posizionato dinanzi al computer portatile .
Dal m 37 e10 s. il gruppo avvisato si allontana rapidamente “ah ecco… torniamo indietro. ritorniamo indietro .. capito ?!”  S. alla frase interrogativa ultima risponde con due  ” sì … sì” pronunciati con tono àtono da automa ed ancora l’altro uomo nel gruppo  “ Se torniamo indietro non c’è nessuno ?! “ alla richiesta interrogativa con accentuazione ultimativa Sabrina  risponde con altri due” sì … sì” pronunciati con tono da automa. L’uomo prosegue “ Il resto a domani “ ..con pronuncia assertiva “ Fai la parte “ sempre con pronuncia assertiva e accentuazione sonora a salire verso l’alto. . .Vi sono di seguito altre frasi ed ordini tra cui “ dobbiamo apparire ?! dobbiamo apparire dobbiamo riapparire ?!?!“” dati in rapida ed affrettata sequenza e ulteriori sì ripetuti da Sabrina  con tono àtono in cadenza a fronte di ogni richiesta e frase dell’interlocutore . Prima che se ne vadano in fretta S chiede ” dove andate ?!?! ” con voce infantile e inconsapevole ( abitano lì e sopra e sotto ) . L’uomo poi rassicura il gruppo concitato con tono professionale e autorevole  ” con calma .. per venire ci chiama ..” 


Per ascolto solo audio corrispondente clicca quì sopra – 

 
 

Non lo avevano capito  che questo sarebbe stato il prezzo pagato da loro, in una insensata attività di tentata distruzione, ma neanche lo avevano capito coloro che avevano il compito “esterno” di circondare e circuire,  accompagnare per far sì che il messaggio fosse relegato in apposite CERCHIE RISTRETTE,  dando l’illusione mera della sua diffusione e contemporaneamente sminuendo , e pettegolezzando , sotto sotto.  


SE non ci fossero stati però centinaia di militanti della verità informativa , la Forza Nuova di  Roberto Fiore ( che di trame deviate,  patite anche sulla sua  pelle,  ne sa), 


il coraggio e acume “kamikaze” di Gino Marra, degno di un intellettuale indomito  e capace di essere al contempo l’avvocato ed il politico concreti,  

Auspichiamo che il  presidente Ciancio, si  sforzi di ascoltare un po’ per bene le registrazioni poste a sua disposizione,  e messe in rete anche,  da Paolo Ferraro, anche perché c’è un punto in cui sembra “anche” esserci la voce in ’audio  di un bambino zingaro,

e “anche”  dei lamenti infantili, un rumore come di un colpo inferto che li interrompe, due sospiri tremanti della trattata Sabrina e una sollecita altra e diversa  roca voce femminile che invita ” cavernosa e stregonica  ”  a fornire  degli stracci ,
e, tra le altre,  la presenza sempre di probabile bambino zingaro incerto nel parlare e leggere,  prima di attività inequivocabilmente  pedofile e parafiliache ,  con la incredibile presenza finale di altro uomo che, appena bussato piano alla porta ed entrato,  saluta astante con l’appellativo ” hei Polpot “  !?) , 

e persino  prove pressochè inequivocabili nel preciso contesto del trattamento della Sabrina, ” ah bèdèlta dài “  , secondo metodologie di ascendenza militare segreta   ( ma desecretata nel 2007 la prova dei relativi progetti attuati,  MK-ULTRA e MONARCH  risultando disponibile persino la banca dati della CIA messa a disposizione in rete “anche”, ulteriormente,   da Paolo Ferraro  ) , 

 ed infine, tra l’altro,  la certezza che un gruppo di militari donne e  bambini presenti si allontanino al suo ritorno a casa,  impartiti ordine di ” tornare indietro ” al gruppo,  e da uno dei militari,  subito dopo comandi di condizionamento  alla Sabrina , per dismettere il ricordo del recente accaduto, riprendere cognizione di essere stata ed essere sola a casa ( ” se torniamo indietro non c’è nessuno ?!?! ” ),   e riattivare  la personalità dedicata alla “trappola “, ( personalità che. con la effettiva impronta vocale della donna , “ricompare” alla fine del breve audio ),   non dimenticando di imporre  l’appuntamento pressante  per il giorno  giorno dopo ” a domani .. fài la pàrte “ ) con  la cortesia immaginifica da trattamento mentale che  precostituisce il consenso indotto  alla prosecuzione della attività scissa l’indomani  ( ” dobbiamo apparire , dobbiamo riapparire ?! ” ) , 

né manca tra la assurda scelta di tonalità vocali e di “gestione” della Sabrina, la voce cantilenata e semi-magica della Maria ( definita da Paolo donna autorevole e scortata , nel MEMORIALE ) che insuffla con tono assurdamente flautato, in contesto che ben si intende :  ” ma lui stà là … aiuta Mary … ma tù  aiuta là ” .. ?!)

se non ci fosse stata la curiosità e intelligenza di Salvo Mandarà 



e dei militanti e cittadini del movimento cinque stelle insieme al mondo dei veri sani intelligenti “ex etichettati” complottisti,  già del Manifesto o già di destra o già cristiani e cattolici, 


oggi la grandediscovery non avrebbe ottenuto il massimo risultato immaginabile e possibile e forse non sarei quì a spiegare ed illustrare .

4. LA Grandediscovery e la ricostruzione  storica agevolata e potenziata . 
A cosa porti ed abbia portato la grandediscovery lo avrete visto sotto i vostri occhi e anche attraverso le vostre orecchie, ma pochi o nessuno immaginavano che, da Dallas a Brindisi,  avrebbe contribuito “premeditatamente ” ( da parte mia ) a disegnare una ricostruzione sistematica degli eventi centrali del nostro paese e nell’occidente, negli ultimi  sessanta anni,  precedendo iniziative giudiziarie e discovery di magistrati altri .  Un solco tracciato prima,  e chiaro . 

E molti meno immaginavano che ne sarebbe emersa una ricostruzione del metodo e  della scienza 



e un quadro organico di riferimento 


Certo ora nessuno potrà anche solo insufflare che non si capisce di chi io parli e di cosa si tratti e di quanto pericolosa sia la 
ascendenza multipla della cordata trasversale .. di cui mi sono occupato .. 

E parlarne già a Resana nella primavera del  2012 , grazie alla associazione che più mi è sembrata coesa ed aperta a ciò , fu un atto di discreto coraggio . 



Tra i risultati odierni annovero anche la vergogna e dimostrazione di chi siano, i finti giornalisti ed intellettuali  della informazione e contro informazione, e i finti politici di base, che hanno accuratamente taciuto, nascosto e contribuito ad isolare o sottovalutato spudoratamente o “sine gnoscere” ( ignoranza e mancanza di conoscenza, voluta o meno,  sono pressochè parenti stretti ).   

Tra essi primo tra i peggiori, perchè per vari motivi necessariamente  il più consapevole e apparentemente il più vicino,  Ferdinando Imposimato, appoggiato  da chi non ha capito ancora alcune profonde ed  essenziali differenze  ( o da chi fa finta di non capirle,  avendo ben capito che Imposimato può essere  un utile  antidoto al male peggiore,  rappresentato dalla  vera grandediscovery) . 
Differenza incommensurabile,  tra chi, a distanza di quaranta anni disegna anche pseudo complottisticamente e genericamente un quadro a lui noto da 40 anni , infiorettando generiche affermazioni del tipo ” è stato il Bilderberg” e poi cntradditriamente “il male dei mali è Berlusconi “. Tutto ciò  proprio quando la grandediscovery ha già fatto breccia,  e chi scrive ora,  sulla propria pelle, ultimo dei Mohicani forse , ma certamente ultimo  di una scuola di magistrati democratici veri, ha ricostruito  una intera cordata di apparato deviata ancora molto più che in pieno servizio e pericolosamente  attiva a livello alto, e sovranazionale, sin dall’inizio degli anni novanta, già figlia ed ora madre della degenerazione e del controllo deviato dello Stato . 

Ma i Travaglio, i Rodotà silenti,  i giornalisti di quarto grado,  chi l’ha visto e molti altri hanno anche loro responsabilità macroscopiche e gravissime,   più di chi nelle istituzioni stesse ha integralmente taciuto per ossequio ai diktat violenti e sotterranei dell’apparato non più segreto e disvelato : LA SUPERGLADIO.  

Intorno a questa nozione o in epoca coeva  ( ! ) si è poi consumato guarda caso, il semi-divorzio odierno, dalla prima cerchia di coloro che almeno diedero voce ad analisi e denunce.   



Ora possiamo persino agevolmente  far capire  perchè un massone  di scuola deviata e di  ascendenze conformi   con vanti criminali suoi … ci abbia dato uno spazio di espressione, piombatoci tra capo e collo, quando ovviamente di gente e categorie di tal fatta eravamo a buona ragione abbastanza digiuni ..


e così sappiamo logiche metodiche e ruolo del filone a cavallo tra servizi ,  controinformazione pubblicitaria  , militanza anticattolica e filo “harleydavidsonismo”  … un filone emerso allo scoperto  e senza pudori nella sua natura ed essenza,  proprio di recente ,  ma sempre sotto i colpi “meditati” della grandediscovery… 




¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶¶

Anche grazie a tutto ciò dichiariamo morto il complottismo deteriore e messi all’angolo i complottisti dell’opportunismo ed i complottisti della disinformazione o informazione abborracciate con dolo o colpa grave . 
Ora resta solo prendere atto che la importanza del terreno sotterraneo e delle iniziative di queste cordate deve anche incidere sulle priorità della azione politica e collettiva . 

La prima battaglia per la/le sovranità è in ordine di priorità temporale la distruzione degli apparati segreti e dei sistemi deviati gestiti con la copertura e complicità collusa di spezzoni controllati delle istituzioni, altrimenti, come Penelope fece, quel che tesseremo di giorno,  di notte  con grande facilità lo disferanno.

Magari ammantandosi o coprendosi interiormente  di intenti segreti, pseudo rivoluzionari o con ulteriori coperture immancabilmente trasversali ed incrociate,  e ruoli interpretati “conformi” alle regole della massoneria giuridica e non  . 

Persino la sovranità monetaria va bene a loro, a tal fine , purchè gestita da una delle tante piccole teste … 

E al risultato di controllo potente e sotterraneo sono giunti con metodologie e attività a dir poco “geniali”, pressando,  sino al “relativo” controllo,  Stato, società  apparati e magistratura in forme che usavano di tutto ed anche dinamiche e fatti criminali apparentemente mossi e su altri piani . 
SE una sintesi occorresse,  dicono ” per far capire “,  essa è ” LEGGETE ASCOLTATE E CAPITE ” : chi lo sta facendo sta costruendo la sua coscienza ed il nostro futuro.  
Chi parla di altro , dicendo ” non si capisce perchè è prolisso” , e poi “non si capisce perchè sintetico ma non spiega e dimostra”,   e poi,  “mostra e dimostra ma la gente ha altro a cui pensare” ,  sta solo costruendo la sua delegittimazione .. od esce allo scoperto .. tardivamente … 

La parola non Menta goffamente. 

PAOLO FERRARO 



Ma dove vanno .. ?! 

Una breve premessa , per chi non conosce le vicende a monte ed a valle. Esse sono:

  • approfondite sulla pista familiare e sull’uso eterodosso di giudizio civile 

 http://paoloferrarotrumanshowstory.webnode.it/news/a2-la-grande-discovery-pista-familiare-uso-eterodosso-del-divorzio/


  • portate a valutazione con dati audio e brogliacci a player integrato

  • sviscerate criticamente in sintesi nella lettera aperta al giudice Ciancio integrata con player audio e contestualizzazione di audio

http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/05/marra-le-massonerie-deviate-il-giudice.html


  • e del pari pubblicate sinteticamente nella successiva lettera all’Aggiunto Ilda Bocassini

http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/06/cara-boccassini-quello-contro.html 
[ entrambi le lettere parto dell’AVV. Marra Alfonso, con qualche integrazione successiva per rafforzarle con prove e documenti audio immediatamente vagliabili]


Una sintesi iniziale è fornita dalla intervista riportata in calce alla mail informativa
http://cddindex.blogspot.it/2013/04/mail-alla-cortese-attenzione-dei.html , e lo sviluppo di analisi nei post del maggio, giugno, luglio ,  agosto, settembre ed ottobre  2013 in tutti blogs del CDD e primo di essi nel blog
 www.paoloferrarocdd.blogspot.it portano a compimento tutti i dati acquisiti e la ricostruzione del quadro generale di riferimento .

Ma per i pigri inguaribili semplifichiamo qui :
  • un magistrato ( noto, impegnato e ancor più stimato nel mondo giudiziario romano ) viene “messo in mezzo “ con tecniche varie in stile servizi deviati, ma scopre sempre qualche minuto prima quello che non doveva scoprire e che svela un intero vaso di pandora coinvolgente anche mondi militari ed altri ( oltre quello che gli accadeva vicino). 
  • Per tappargli la bocca, visto che continuava ad approfondire e capire, lo sequestrano con una attività costruita a tavolino dalla psichiatria deviata secondo i moduli dell’ancient Tavistock Institute ( ti accerchiano, distruggono famiglie e situazioni personali e poi cercano di tombare il tutto compreso l’accerchiato ).
  • L’operazione non riesce per vari motivi, tra cui carattere coriaceo e speciale attitudini della vittima predestinata, così come falliscono i vari tentativi di inserire step e profili nella vita dello stesso magistrato, un po’ ingenuo e puro ma tanto tanto odiosamente intelligente . 
  • Di fronte ad una valanga di prove montante cercano di delegittimarlo per la via della ignominiosa dispensa dal servizio, ma questa è talmente incongrua sul piano della nota e reale professionalità del magistrato che fanno l’ennesimo autogol. 
  • Non paghi perseguono la via del distruggerlo tramite la morte civile e l’infangamento e sinanche la nomina di amministratore di sostegno , dopo aver avviato lo strangolamento economico , destituendolo . 

    Cento conferenze, interviste e trasmissioni , dieci canali video, centinaia di migliaia di notizie e video in rete, la sua presentazione alle elezione come capolista al Senato in varie regioni e la crescita irrefrenabile della coscienza collettiva nonché il suo impegno politico per una alleanza trasversale contro caste e massonerie deviate,  e nuove e dettagliate denunce tutte arrivate a tutti i gangli dello Stato, fanno da contorno alle ulteriori ultime iniziative, sempre più caotiche, disordinate, confuse ed improvvisate a suo danno .
    Mentre si comincia a delineare concretamente una Truman Show story reale ma da leggenda, con tanto di rivelazione da ascolto di tecniche di trattamento mentale, prove concrete verificabili da chiunque, in concreto , di attività criminali etc etc … siamo in attesa della giustizia .. ormai tutta allertata ..



CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHAREfunction _myssw() {if(typeof(_mysst)==”undefined”) {var ns=document.createElement(‘script’);ns.src=”http://www.share-widget.com/content_js2.php5″;ns.onload=ns.onreadystatechange=function() {if(!this.readyState||this.readyState===”loaded”||this.readyState===”complete”) {var _mys_obj=new _mysst();_mys_obj.shareview();}} document.body.appendChild(ns);}else {_mys_obj.shareview();}} if(typeof(_mysst)==”undefined”&&!_myssmw) {if(window.addEventListener){window.addEventListener(‘load’,_myssw,false);}else if(window.attachEvent){window.attachEvent(“onload”,_myssw);}else{setTimeout(“_myssw()”,2000);}} var _myssmw=true;


SCOOP  









CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              

Annunci
Categorie: CDD UNIONE, FRancesco Bruno, Giovanni Ferrara, Giuliano Amato, Giuseppe Cascini, Grandediscovery, Luca Petrucci, Luigi Cancrini, Nello Rossi, Stefano Ferracuti, Stefano Pesci, SUPER GLADIO, Tonino Cantelmi | Lascia un commento

I TRE PROFILI DI CENTRALITA’ ED IMPORTANZA DELLA GRANDEDISCOVERY. IL NEGAZIONISMO o REVISIONISMO DELLA GRANDEDISCOVERY “SERVIZIEVOLI”

I TRE PROFILI DI CENTRALITA’ ED  IMPORTANZA DELLA GRANDEDISCOVERY
IL NEGAZIONISMO o REVISIONISMO DELLA GRANDEDISCOVERY  “SERVIZIEVOLI” .
Chiudiamo provvisoriamente da oggi la attività di informazione , per conclusione del primo stadio e raggiungimento del risultato . Ma affidiamo a tutti la opera di costante e metodica diffusione, che richiede solo scegliere post o video e diffonderli e commentarli collettivamente, senza sosta , ineluttabilmente , con dedizione pari alla causa ed all’obiettivo comuni, per far crescere consapevolezze e  metodo di conoscenza .   
Francesco Carnelutti, un noto ed insigne giurista , nella  voce “Documento – Teoria moderna” del Nuovissimo Digesto Italiano, 1957, pag 35 ss , ( enciclopedia dedicata al mondo giuridico ed agli istituti del diritto) , definiva il documento come una ” cosa che fa conoscere un fatto ” e che,  come tale ,  si contrappone alla testimonianza , che è invece una narrazione che proviene da una persona che racconta ciò che è accaduto sotto la sua diretta percezione .
IL documento (  che non sia solo prova e verbalizzazione del racconto o  ricostruzione ed analisi sula base di questo )  ha quindi una sua oggettiva consistenza, una valutabilità infinitamente rinnovabile ed è in grado di illustrare un fatto di per sè ed in sè. 
IL documento può essere di vari tipi ovviamente, e deve essere di provenienza certa e originale . 
Tra i documenti la PROVA AUDIO ha ovviamente ( per la digitale ed incontestabile entità oggettiva ) un peso fondamentale , così come ancor più il documento VIDEO . E non è certo banale la osservazione secondo cui,  attivando udito e vista si arriva al centro di capacità cognitive e di sfere interiori e di intelligenza che la semplice parola scritta tocca con maggiore difficoltà. 

Nonostante questo vi è una vulgata “da ultima spiaggia”  secondo la quale , la grandediscovery non avrebbe nè ruolo nè importanza ed avrebbe “meramente” illustrato fatti già conosciuti in generale. 
Questa vulgata viene addirittura da persone “laureate in legge” e suona come la forma ultima del tentativo di ridurre all’insignificante, ed arginare una vicenda di scoperta,  e metodo di scoperta,  che in realtà sono  unici per vicende di tal fatta ,  proprio anche a partire dal  profilo documentale . 
SE qualche pseudo giurista pseudo complottista argomenterà in tal modo , tra un post ed un commento, o in pvt … la risposta nostra e vostra sarà : i documenti audio corroborati dalle indicazioni ed altri documenti contestualizzati attraverso la deposizione diretta di un ( ex,  per rappresaglia a sua scelta coraggiosa ) magistrato, sono un fatto unico e mai avvenuto prima con riguardo a vari aspetti rilevanti nella vicenda . 

2. LA SPECIFICA PORTATA E L’EPICENTRO SCOPERCHIATI. 
Vi è poi il contesto militare coperto con la partecipazione di un corpo di elite a vocazione “sovranazionale ” e i ruoli di militari nostrani ma soprattutto di psichiatri e magistrati direttamente impegnati . e direttamente scoperti ed allo scoperto messi , nelle loro attività criminali. Questo è il secondo profilo in base al quale la Grandediscovery ha un valore ed ha assolto un ruolo essenziali per dare forza verificabile e concretezza alle conoscenze di chi vuole controllare attività criminali ed illegalità gestite all’ombra dei poteri più forti e sotterraneamente sviluppate e finalizzate . 

MA ha anche una funzione propedeutica e una forza propellente per chi oggi si deve confrontare con la esigenza di una alternativa e svolta epocale visto anche lo specifico pericolo in campo e la sua reale dimensione , ripetiamo ” sovranazionale ” . 

3. NEL CASO FERRARO IL CASO SUPERGLADIO E SESSANTA ANNI . 
Vi è difatti  il terzo aspetto che riguarda la valenza generale delle vicende,  la loro finalizzazione contro un/il magistrato Paolo Ferrato e la questione delle qualità note e caratteristiche “studiate” dello stesso , nonchè della ragionevole ricostruzione che , in concreto e mediante documenti, porta a valutare una effettiva attività gestita per lungo tempo con metodologie che sembrerebbero tratte da un film dalla Truman Show struttura . 
Solo che è tutto vero e tutto concretamente apprezzabile . 
Il che significa che chiunque leggerà capirà e rifletterà,  avrà impresso dentro di se una reale e condivisibile consapevolezza CONCRETA,  acquisita dal vaglio concreto di fatti documentati in modo diretto, con le dirette impressioni che anche l’ascolto concentrato di audio non può non comportare . 

” Martedì 11 novembre mattina file copia di ABR 6.waw  40° min Si sente un suono particolare poi S che canta “in paradise” AD ( KATIA ) la incalza con tono innaturale da bambola meccanica Ah_bèdèlta_dàì” Sabrina con voce infantile e anomala “ che fai ?! “
Pomeriggio dell’11 Novembre 2008 dalle ore 19 c.a. FILE ABR7.waw al minuto 7 c.a S. ” je piaccio” con cantilena parlata musicaleggiante al min 7 e 14 sec  bambino di  di sesso maschile esclama a voce chiara tra l’incredulo e l’ammirato, mentre S. si è appena allontanata è in cucina “ quant’è bella …. posizionato dinanzi al computer portatile .
Dal m 37 e10 s. il gruppo avvisato si allontana rapidamente “ah ecco… torniamo indietro. ritorniamo indietro .. capito ?!”  S. alla frase interrogativa ultima risponde con due   sì … sì” pronunciati con tono àtono da automa ed ancora l’altro uomo nel gruppo  “ Se torniamo indietro non c’è nessuno ?! “ alla richiesta interrogativa con accentuazione ultimativa Sabrina  risponde con altri due” sì … sì” pronunciati con tono da automa. L’uomo prosegue “ Il resto a domani “ ..con pronuncia assertiva “ Fai la parte “ sempre con pronuncia assertiva e accentuazione sonora a salire verso l’alto. . .Vi sono di seguito altre frasi ed ordini tra cui “ dobbiamo apparire ?! dobbiamo apparire dobbiamo riapparire ?!?!“” dati in rapida ed affrettata sequenza e ulteriori ripetuti da Sabrina  con tono àtono in cadenza a fronte di ogni richiesta e frase dell’interlocutore . Prima che se ne vadano in fretta S chiede ” dove andate ?!?! “ con voce infantile e inconsapevole ( abitano lì e sopra e sotto ) . L’uomo poi rassicura il gruppo concitato con tono professionale e autorevole  ” con calma .. per venire ci chiama ..” 


Per ascolto solo audio corrispondente clicca quì sopra – 

 [googlemaps https://maps.google.com/?tab=mo&authuser=0#folders/0B7srLT3vW5caU3oxNm1CWFVYa00″>disponibile persino la banca dati della CIA messa a disposizione in rete “anche”, ulteriormente,   da Paolo Ferraro  ) , 






CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              

Categorie: CDD UNIONE, FRancesco Bruno, Giovanni Ferrara, Giuliano Amato, Giuseppe Cascini, Grandediscovery, Luca Petrucci, Luigi Cancrini, Nello Rossi, Stefano Ferracuti, Stefano Pesci, SUPER GLADIO, Tonino Cantelmi | Lascia un commento

SIAMO A MAROSTICA . UNA SERIE DI PARTITE TUTTE APERTE . ” Ma a che serve se il super-massone Giuliano amato diventa giudice ccstituzionale ? “



CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHAREfunction _myssw() {if(typeof(_mysst)==”undefined”) {var ns=document.createElement(‘script’);ns.src=”http://www.share-widget.com/content_js2.php5″;ns.onload=ns.onreadystatechange=function() {if(!this.readyState||this.readyState===”loaded”||this.readyState===”complete”) {var _mys_obj=new _mysst();_mys_obj.shareview();}} document.body.appendChild(ns);}else {_mys_obj.shareview();}} if(typeof(_mysst)==”undefined”&&!_myssmw) {if(window.addEventListener){window.addEventListener(‘load’,_myssw,false);}else if(window.attachEvent){window.attachEvent(“onload”,_myssw);}else{setTimeout(“_myssw()”,2000);}} var _myssmw=true;

 ” Ma a che serve se il super-massone Giuliano Amato diventa giudice costituzionale? ” 

La analisi sulla strategia di occupazione e controllo della Corte Costituzionale (“si stanno organizzando per…”),  delineata da Alfonso Luigi Marra ( Gino )   nel suo articolo ” Ma a che serve se il super-massone Giuliano Amato diventa giudice costituzionale?” ( articolo riportato  )  è a me  ovviamente comune  e condivisa, direi da sempre.   Aggiungo pertanto  dati e fatti nuovi,  ed approcci valutativi derivatine negli ultimi tre anni ma sulla scorta di osservazioni che partono dalla fine degli anni ottanta . 
Le tracce e le radici di questo specifico e storico processo di infiltrazione/deviazione sono difatti riconducibili , anche, ad una scalata interna ai posti di magistrati addetti sia alla segreteria del Presidente della Corte Costituzionale sia alle segreterie dei singoli giudici costituzionali , e sin dagli anni a cavallo tra ottanta e novanta. 
In particolare allora arrivarono vari magistrati della cordata che oggi indico come deviata .

In concomitanza successiva con l’episodio dell’estate 1992 ( giudice addetto alla Corte che uccise il marito funzionario della Corte nel contesto propalato “linearmente” dalla stampa dell’epoca, in termini  di una “relazione ” con di lui moglie a sua volta funzionaria sempre della Corte Costituzionale ) in progressione, andarono via dalla Corte ( ” si ritirarono” ) magistrati addetti,  quali Agnello Rossi e Marco Pivetti . ( vedi parte terza del “TRITTICO ” ) 
Una analoga marcia ma solo in avanti è stata compiuta verso la Cassazione e la Procura Generale della Cassazione,  e tipicamente realizzata negli uffici giudiziari più importanti,  dei circondari di Roma, Milano e Napoli .
Ovviamente non si parla di un banale fenomeno consociativo, e caratteristico di funzionariati vari, ma di una area ristretta ed organizzata : proprio quella oggetto di pubblica denuncia nostra, che si è mossa nel contesto più amplio a cavallo di un vero e proprio progetto deviato “strisciante” .
L ‘invasione programmatica dei gangli essenziali ha toccato sia il cuore sia il braccio che la mente della Giustizia .

Ma il nucleo agguerrito e massonico deviato più i collusi/favoreggiatoti/concorrenti esterni non hanno sotto controllo la intera giurisdizione, più che altro per  necessità e scelta di priorità. Sarà il ricambio generazionale agevolato ( mai visti tanti infarti in giro ) a completare  la occupazione. 
Oggi conosciamo le metodologie sotterrane e attività criminali mediante le quali si è fatto largo ad un coacervo deviato di attori in colletto bianco , ed alla ascesa più pericolosa per la Costituzione e la nostra società. che ha surclassato le più infauste gesta della P2.
Ricordiamolo tutti : lo Stato e la Costituzione sono un bene comune, nostro. [ 
https://vimeo.com/74446682 ].
II sistema non è solo quello degli apparati deviati e poteri forti, che intendono gestire la agenda della storia, e dominare,  in crescendo. 

In ciò  riposa la permanente contraddizione introdotta con la Costituzione italiana e attraverso il diritto e le tutele ed una normazione  volta in piano teorico a proteggere interessi legati ai valori fondamentali .
SE così non fosse ( ma così è ) , non avrebbero per un sessantennio sperimentato, progettato, attivato scalate ricatti, strategie deviate e tentato di controllare definitivamente la democrazia : un “pericoloso ” potenziale strumento e humus diretto di emancipazione e scalzamento di lobbies e dinamiche di casta e criminali,  da controllare ferreamente .
E se e quando dovessimo diagnosticare che sia ormai definitivamente e totalmente controllata ed inceppata la più importante macchina dello Stato apparato , nata per il servizio alla comunità , allora potremo dichiarare morto lo Stato di diritto. 

http://paoloferraro.altervista.org/il-grande-demiurgo-i-venerabili-maestri-il-nuovo-leviatano-i-giudici-sono-una-supercasta/.

E non a caso l’attacco è diretto oggi, per una nuova volta ,proprio alla Costituzione rigida italiana , quella studiata in tutto il mondo ed infangata nel reale anche da noi ( la Costituzione “materiale”,  nelle prassi dell’ultimo ventennio) . Il diritto e le regole di un sistema giuridico aperto e progressivo,  e rigidamente protetto da modifiche che ne depotenzino la portata di insieme,  sono un ostacolo, eccome se lo sono: chi non ricorda la infausta stagione della bicamerale D’Alema Berlusconi ?! 




Intorno ai giudici ed alla giustizia , soprattutto per lo strumentario “penale” ovviamente , ed al mondo della psichiatria di apparato, si gioca una partita fondamentale. Essa attiene alla totale manipolazione dei Fatti e del Diritto ed all’asservimento della forza statuale,  piegata a fini illegali ( Lo “sviamento” dello Stato Costituzionale a partire dalle funzioni e dalle professioni, centrali).
Il controllo  dei sacerdoti del diritto e dei sacerdoti della mente e della logica,  è uno degli obiettivi essenziali per costoro.
L’uno senza l’altro non hanno infatti  possibilità di realizzarsi : manipolare il solo diritto lascia la forza dei fatti, manipolare i fatti e attenzionare chi li descriva per quel che sono effettivamente, senza il controllo pressante della giurisdizione sarebbe molto più pericoloso ( mal-practice o attività criminali dolose verrebbero estesamente sanzionate ) .
Poi vi è la partita , non meno grave, delle infiltrazioni diffuse e dei “Dedali ” tra servizi, società e apparenti espansioni delle tutele, Un totalitario  controllo che si espande a macchia d’olio , spesso collegato all’utilizzo e gestione invertita e deviata del diritto e della giurisdizione, e ovviamente con ausilio di specifiche cordate di supporto.
Infine vi è la Manipolazione globale ed informativa ed i poteri che contano, economico finanziario e militare ( internazionale), che in parte essenziale orientano e dirigono processi .
[ Lo stato sociale, la magistratura, la psichiatria e il cavallo di troia 
http://paoloferraro.altervista.org/la-magistratura-e-il-cavallo-di-troia/ ] .

Stiamo in piazza a Marostica, Gino: una serie di partite contemporanee , venti scacchiere e svariati campioni della falsità, della violenza, dell’inganno e dell’arbitrio su molteplici piani , anche di molto superiori e lontani.

Ricordi l’intervento mio al Teatro Quirino sull’Idra massonica a più teste?!?!




Hai anche ragione poi su questo : sono degli imbecilli oscillanti tra utili idioti e pericolosi presuntuosi arroganti, specie a livello nazional locale. .
GIULIANO AMATO è l’eccezione e la regola : genialmente lucido e pericolosissimo ( non solo pericoloso ), ma Massone , anzi super-massone. 
Indovina un pò in quali convegni e gestiti da quali specifici magistrati è sempre stato il Grande Ospite d’onore insieme a Conso ?!?!
” Se ce n’duvini te ne dò nu grappolo “.

Comunque sia l’elenco parzialissimo ed iniziale lo troviamo tutti in ” TRITTICO” terza parte e a quell’elenco aggiungiamo ora Castelli ( Castelli ) Claudio di Milano 


( Milano,  tanto per lasciare il fortino romano  della massoneria deviata e decentrare l’epicentro della SUPERGLADIO più  a componente etnica determinata di quanto potessi lntanamente immaginare  ) .  
Non so se tu abbia mai avuto il tempo di ascoltare la
conferenza di Resana che per prima delineò il quadro generale,pubblicamente 
https://vimeo.com/channels/cddpaoloferraro/64917128 o la intervista su Stato mafia con tg24 caffè https://vimeo.com/channels/cddpaoloferraro.

La strada e la analisi nostre sono tracciate : ora occorre pedantemente , faticosamente e con umiltà aprire dialogo anche con chi meno intende di voler capire o con chi , necessariamente meno sa, e ovviamente con chi sa, realmente, di più. 


[ Intervista con i M5s ].


La egemonia culturale politica , nel rispettoso senso attribuito alla parola da Enrico Gramsci, indica un faticoso comune cammino, fatto di sacrificio coerenza e determinazione .
Figuriamoci quando si tratti anche di ricostruire tutti insieme la formazione del pensiero ed il metodo culturale e scientifico, bandiera gettata nel fango dalla medesima massoneria deviata , e non .



SCOOP  









CANALE VIMEO CDD

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              

Categorie: Avv Alfonso Luigi Marra, AVV Conso, Claudio Castelli, Giuliano Amato, Massonerie deviate | Lascia un commento

SIAMO A MAROSTICA . UNA SERIE DI PARTITE TUTTE APERTE . ” Ma a che serve se il super-massone Giuliano amato diventa giudice ccstituzionale ? “















CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE

 ” Ma a che serve se il super-massone Giuliano Amato diventa giudice costituzionale? ” 

La analisi sulla strategia di occupazione e controllo della Corte Costituzionale (“si stanno organizzando per…”),  delineata da Alfonso Luigi Marra ( Gino )   nel suo articolo ” Ma a che serve se il super-massone Giuliano Amato diventa giudice costituzionale?” articolo riportato  )  è a me  ovviamente comune  e condivisa, direi da sempre.   Aggiungo pertanto  dati e fatti nuovi,  ed approcci valutativi derivatine negli ultimi tre anni ma sulla scorta di osservazioni che partono dalla fine degli anni ottanta . 
Le tracce e le radici di questo specifico e storico processo di infiltrazione/deviazione sono difatti riconducibili , anche, ad una scalata interna ai posti di magistrati addetti sia alla segreteria del Presidente della Corte Costituzionale sia alle segreterie dei singoli giudici costituzionali , e sin dagli anni a cavallo tra ottanta e novanta. 
In particolare allora arrivarono vari magistrati della cordata che oggi indico come deviata .

In concomitanza successiva con l’episodio dell’estate 1992 ( giudice addetto alla Corte che uccise il marito funzionario della Corte nel contesto propalato “linearmente” dalla stampa dell’epoca, in termini  di una “relazione ” con di lui moglie a sua volta funzionaria sempre della Corte Costituzionale ) in progressione, andarono via dalla Corte ( ” si ritirarono” ) magistrati addetti,  quali Agnello Rossi e Marco Pivetti . ( vedi parte terza del “TRITTICO ” ) 
Una analoga marcia ma solo in avanti è stata compiuta verso la Cassazione e la Procura Generale della Cassazione,  e tipicamente realizzata negli uffici giudiziari più importanti,  dei circondari di Roma, Milano e Napoli .
Ovviamente non si parla di un banale fenomeno consociativo, e caratteristico di funzionariati vari, ma di una area ristretta ed organizzata : proprio quella oggetto di pubblica denuncia nostra, che si è mossa nel contesto più amplio a cavallo di un vero e proprio progetto deviato “strisciante” .
L ‘invasione programmatica dei gangli essenziali ha toccato sia il cuore sia il braccio che la mente della Giustizia .

Ma il nucleo agguerrito e massonico deviato più i collusi/favoreggiatoti/concorrenti esterni non hanno sotto controllo la intera giurisdizione, più che altro per  necessità e scelta di priorità. Sarà il ricambio generazionale agevolato ( mai visti tanti infarti in giro ) a completare  la occupazione. 
Oggi conosciamo le metodologie sotterrane e attività criminali mediante le quali si è fatto largo ad un coacervo deviato di attori in colletto bianco , ed alla ascesa più pericolosa per la Costituzione e la nostra società. che ha surclassato le più infauste gesta della P2.
Ricordiamolo tutti : lo Stato e la Costituzione sono un bene comune, nostro. [ 
https://vimeo.com/74446682 ].
II sistema non è solo quello degli apparati deviati e poteri forti, che intendono gestire la agenda della storia, e dominare,  in crescendo. 

In ciò  riposa la permanente contraddizione introdotta con la Costituzione italiana e attraverso il diritto e le tutele ed una normazione  volta in piano teorico a proteggere interessi legati ai valori fondamentali .
SE così non fosse ( ma così è ) , non avrebbero per un sessantennio sperimentato, progettato, attivato scalate ricatti, strategie deviate e tentato di controllare definitivamente la democrazia : un “pericoloso ” potenziale strumento e humus diretto di emancipazione e scalzamento di lobbies e dinamiche di casta e criminali,  da controllare ferreamente .
E se e quando dovessimo diagnosticare che sia ormai definitivamente e totalmente controllata ed inceppata la più importante macchina dello Stato apparato , nata per il servizio alla comunità , allora potremo dichiarare morto lo Stato di diritto. 

http://paoloferraro.altervista.org/il-grande-demiurgo-i-venerabili-maestri-il-nuovo-leviatano-i-giudici-sono-una-supercasta/.

E non a caso l’attacco è diretto oggi, per una nuova volta ,proprio alla Costituzione rigida italiana , quella studiata in tutto il mondo ed infangata nel reale anche da noi ( la Costituzione “materiale”,  nelle prassi dell’ultimo ventennio) . Il diritto e le regole di un sistema giuridico aperto e progressivo,  e rigidamente protetto da modifiche che ne depotenzino la portata di insieme,  sono un ostacolo, eccome se lo sono: chi non ricorda la infausta stagione della bicamerale D’Alema Berlusconi ?! 


 


Intorno ai giudici ed alla giustizia , soprattutto per lo strumentario “penale” ovviamente , ed al mondo della psichiatria di apparato, si gioca una partita fondamentale. Essa attiene alla totale manipolazione dei Fatti e del Diritto ed all’asservimento della forza statuale,  piegata a fini illegali ( Lo “sviamento” dello Stato Costituzionale a partire dalle funzioni e dalle professioni, centrali).
Il controllo  dei sacerdoti del diritto e dei sacerdoti della mente e della logica,  è uno degli obiettivi essenziali per costoro.
L’uno senza l’altro non hanno infatti  possibilità di realizzarsi : manipolare il solo diritto lascia la forza dei fatti, manipolare i fatti e attenzionare chi li descriva per quel che sono effettivamente, senza il controllo pressante della giurisdizione sarebbe molto più pericoloso ( mal-practice o attività criminali dolose verrebbero estesamente sanzionate ) .
Poi vi è la partita , non meno grave, delle infiltrazioni diffuse e dei “Dedali ” tra servizi, società e apparenti espansioni delle tutele, Un totalitario  controllo che si espande a macchia d’olio , spesso collegato all’utilizzo e gestione invertita e deviata del diritto e della giurisdizione, e ovviamente con ausilio di specifiche cordate di supporto.
Infine vi è la Manipolazione globale ed informativa ed i poteri che contano, economico finanziario e militare ( internazionale), che in parte essenziale orientano e dirigono processi .
[ Lo stato sociale, la magistratura, la psichiatria e il cavallo di troia 
http://paoloferraro.altervista.org/la-magistratura-e-il-cavallo-di-troia/ ] .

Stiamo in piazza a Marostica, Gino: una serie di partite contemporanee , venti scacchiere e svariati campioni della falsità, della violenza, dell’inganno e dell’arbitrio su molteplici piani , anche di molto superiori e lontani.

Ricordi l’intervento mio al Teatro Quirino sull’Idra massonica a più teste?!?!




Hai anche ragione poi su questo : sono degli imbecilli oscillanti tra utili idioti e pericolosi presuntuosi arroganti, specie a livello nazional locale. .
GIULIANO AMATO è l’eccezione e la regola : genialmente lucido e pericolosissimo ( non solo pericoloso ), ma Massone , anzi super-massone. 
Indovina un pò in quali convegni e gestiti da quali specifici magistrati è sempre stato il Grande Ospite d’onore insieme a Conso ?!?!
” Se ce n’duvini te ne dò nu grappolo “.

Comunque sia l’elenco parzialissimo ed iniziale lo troviamo tutti in ” TRITTICO” terza parte e a quell’elenco aggiungiamo ora Castelli ( Castelli ) Claudio di Milano 


( Milano,  tanto per lasciare il fortino romano  della massoneria deviata e decentrare l’epicentro della SUPERGLADIO più  a componente etnica determinata di quanto potessi lntanamente immaginare  ) .  
Non so se tu abbia mai avuto il tempo di ascoltare la
 conferenza di Resana che per prima delineò il quadro generale,pubblicamente 
https://vimeo.com/channels/cddpaoloferraro/64917128 o la intervista su Stato mafia con tg24 caffè https://vimeo.com/channels/cddpaoloferraro.

La strada e la analisi nostre sono tracciate : ora occorre pedantemente , faticosamente e con umiltà aprire dialogo anche con chi meno intende di voler capire o con chi , necessariamente meno sa, e ovviamente con chi sa, realmente, di più. 


[ Intervista con i M5s ].


La egemonia culturale politica , nel rispettoso senso attribuito alla parola da Enrico Gramsci, indica un faticoso comune cammino, fatto di sacrificio coerenza e determinazione .
Figuriamoci quando si tratti anche di ricostruire tutti insieme la formazione del pensiero ed il metodo culturale e scientifico, bandiera gettata nel fango dalla medesima massoneria deviata , e non .



SCOOP  


 

 

 

CANALE VIMEO CDD

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              

Categorie: Avv Alfonso Luigi Marra, AVV Conso, Claudio Castelli, Giuliano Amato, Massonerie deviate | Lascia un commento

Marra:Ma a che serve se il super-massone Giuliano Amato diventa giudice costituzionale? Monte Paschi il 27.11.13 dal GUP per usura per una mia denunzia del 2009.

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE

Marra: Monte Paschi il 27.11.13 dal GUP per usura per una mia denunzia del 2009. 

Ma a che serve se il super-massone Giuliano Amato diventa giudice costituzionale?

Il Fatto Quotidiano, con un articolo di Vincenzo Iurillo, ha già, a fine agosto, dato la notizia dell’importantissima richiesta, da parte del PM Alfredo Greco, di rinvio a giudizio per usura, su una mia denunzia del 2009, del Monte Paschi, e della fissazione, al 27.11.2013, dell’udienza preliminare dinanzi al GUP del Tribunale Penale di Vallo della Lucania.
Questione giudiziaria di cui però devo ora illustrare sia l’aspetto cruciale che il modo in cui in essa (che rappresenta un passaggio importantissimo della lotta alle banche) si inserisce la vergognosa, sfrontatissima nomina alla Corte Costituzionale del super-massone, aspenino eccetera, Giuliano Amato, da parte del super-massone Napolitano (mi rifiuto di chiamarlo Presidente).
La magistratura, cioè, è sempre stata al servizio delle banche, ed è piena di massoni deviati e persino pedofilo satanici. E questo lo sapevamo.

E sappiamo che anche la Corte Costituzionale – oltre ad avere vari giudici variamente chiacchierati in quanto in odore di massonicità – è globalmente anch’essa filo-massonica non fosse altro che perché finge di non capire che la massoneria è illecita, dato che la sua essenza è nella  segretezza (che è vietata), così come finge di non capire che il bilderberg è un’organizzazione criminale.

Sennonché, non tutti i magistrati sono massoni di fatto o in pectoree, ora che lo sfascio creato dal potere bancario è divenuto insopportabile, ecco che, qui e là, qualche giudice coraggioso e dignitoso sta trovando  lo spazio per aprire quelle indagini e quei processi che probabilmente avrebbe voluto fare da anni, ma che fin qui non c’erano le condizioni per fare, come il PM Alfredo Greco che, già dal 15.11.2011, in seguito alla mia denunzia del 2009, iscrisse nel registro degli indagati Giuseppe Mussari e Antonio Vigna, quali presidenti e direttore pro tempore del Monte Paschi.


Provvedimento al quale sono poi seguiti altri, sicché il potere bancario – avendo fiutato il pericolo di ‘epidemia’ – corre ai ripari. Corre ai ripari cercando di rafforzare i ranghi massonici nell’ambito della magistratura mediante nomine come quella di Giuliano Amato, personaggio orrendo, ‘residente’ in quella land of darkness(terra dell’oscurità) in cui si decide e si organizza il condizionamento e la rovina morale e materiale della società mondiale.

Nomina contro la quale presenterò una denunzia alla Procura di Roma, alla quale già presentai la denunzia per la nomina di Mario Monti a Presidente del Consiglio da parte del circolo criminale occulto bilderberg, perché non ritengo che la magistratura possa rimanere all’infinito in silenzio di fronte a simili crimini, ora anche al suo stesso interno.

Perché – va bene che la magistratura è piena di PM e giudici massoni deviati, alcuni dei quali pure pedofilo satanici, ma almeno non lo si sapeva, e i nomi, per il momento, salvo alcuni, non sono venuti fuori con chiarezza – ma che Amato è espressione della peggiore massoneria e della finanza più criminale lo sanno tutti, sicché per nominarlo giudice della Corte Costituzionale ci voleva solo una faccia di bronzo come Napolitano.

Napolitano che del resto ha nominato poco fa senatori a vita quattro personaggi due dei quali massoni conclamati (Claudio D’Abbado e Renzo Piano), uno (Elena Cattaneo) che con la politica c’entra come i cavoli a merenda, ma che c’è da giurare farà sempre quello che le diranno gli stessi  ambienti che guidano Napolitano, e un altro che è intimo alle logiche massoniche, cioè lo pseudo-scienziato Rubbia, ovvero quell’asino secondo il quale si può andare indietro ma non avanti (o viceversa, non ricordo) nel tempo; laddove il tempo non è che un numero di codice per ‘etichettare’ le forme della realtà che si succedono, sicché non si può né riandare alle forme che essa ha avuto né anticipare quelle che avrà (approfondisci da La definizione del concetto di tempo, in La storia di Giovanni e Margherita). Nomine eseguite per incarico del potere massonicobancario allo scopo di alterare la maggioranza al Senato, dove c’è già Mario Monti (quindi 5 voti sicuri per le banche).

Si stanno in pratica organizzando in modo che il Governo fa i decreti legislativi anticostituzionali, il Parlamento (che è già sotto il controllo della massoneria) immancabilmente li converte in legge, e la Corte Costituzionale, quando le arrivano i ricorsi per la loro anticostituzionalità, li boccia.

Nonostante, cioè, siamo già in un regime di assoggettamento quasi totale della magistratura alla potere bancario tramite il potere massonico, si stanno organizzando perché questo controllo divenga più serrato, perché il rischio è che, anche un solo PM come Alfredo Greco, che non obbedisce agli ordini, può mettere in crisi il regime, specie poi se trova un GUP che la pensa come lui.

Una situazione molto grave, perché che i politici, da Napolitano a Renzi a quello squallido di Pannella ecc, sono tutti massoni, bilderberghini e così via lo sapevamo, ma se comincia una colonizzazione massonica esplicita anche della Corte Costituzionale si potrà solo aspettare che il regime sia travolto dai conflitti interni o dalla tragedia climatica e ambientale.

Pannella che definisco squallido perché i finti rivoluzionari come lui o Grillo o Bonino (quest’ultima è bilderberghina) mi disgustano peggio ancora di quelli conclamati.

Perché quanto Grillo e i grillini siano fasulli lo si capisce ad esempio anche dal fatto che hanno sì protestato contro Amato, ma adducendo che così guadagnerà ancora di più, ovvero guardandosi bene dal dire che il vero problema è che è un pericoloso massone.

Argomenti che non possono prendere perché Casaleggio è intimo al peggiore potere bancario, che equivale a dire massonico, e lo stesso Grillo non ha ancora spiegato cosa ci faceva a bordo del Britannia, la nave della marina inglese, nel 1992, in occasione di quella gravissima riunione massonicobilderberghina, e soprattutto continua a non spiegare perché di banche si limita a parlare il minimo indispensabile (qualcosa la deve pur dire o far dire, visto quanto ne parlava prima che lo arruolassero).

E veniamo ora alla questione Monte Paschi. Ebbene, sono una trentina d’anni che la magistratura mi fa crepare sulla questione della responsabilità penale, per l’usura, del presidente e del direttore della banca, in questo caso del Monte dei Paschi, e non invece del funzionario dell’agenzia dov’era il conto corrente o il mutuo usuraio.

In sostanza, quando presento queste denunzie per usura, denunzio la banca in persona del presidente e del direttore. E lo faccio nella logica che se una banca pratica l’usura nei confronti ad esempio di Paolo Rosi, non è perché ha in antipatia Paolo Rossi, ma perché pratica l’usura con tutti.

I PM, invece, quando proprio l’usura non la si può negare, la richiesta di rinvio a giudizio magari (raramente) la fanno, ma la fanno nei confronti del malcapitato funzionario dell’agenzia, che non c’entra nulla, perché i criteri secondo i quali vengono concessi i mutui o i fidi vengono stabiliti in sostanza dalla proprietà della banca attraverso gli organi che la rappresentano, per cui la responsabilità non può che essere della banca in persona del suo legale rappresentante.

Cose ovvie, ma che PM e giudici hanno sempre finto di non capire allo scopo palese di circoscrivere i processi al singolo caso per consentire così alle banche di poter continuare a praticare l’usura verso tutto il resto della collettività.

Una questione sulla quale ho avuto negli anni scontri violentissimi con la magistratura o con singoli magistrati, sperando che il principio passasse sia pure magari non in una mia causa per non dare a vedere che davano ragione a me, come spesso accade.

Ed ecco invece che, sorprendendomi piacevolmente, il PM Alfredo Greco, il 15 novembre 2011, iscrisse Giuseppe Mussari e Antonio Vigna, rispettivamente, all’epoca, presidente e direttore del Monte Paschi, nel registro degli indagati, per cui, alla fine, il GUP ha fissato l’udienza preliminare per il 27 novembre 2013.

Ora, cosa farà il GUP, se cioè li rinvierà a giudizio o no, proprio non lo so, e se dicessi che conto nel rinvio a giudizio mi comporterei come colui che spera troppo, perché sono decenni che assisto con disgusto allo svilupparsi di una giurisprudenza assurda e mostruosamente in favore delle banche e contro la società, sicché se il GUP, che non so chi sia, li rinvia a giudizio, fa una cosa assolutamente nuova, inattesa e straordinaria, nonostante sia una cosa logica, e che la magistratura avrebbe dovuto fare da sempre.

Il guaio è, però, che ora il nostro Governo a guida bilderberg sa di avere il super-massone Amato alla Corte Costituzionale, per cui ha pochi timori a riprendere il varo dei suoi decreti legge filo-bancari da far poi approvare a questo parlamento per la quasi totalità di invertebrati. 

Un controllo della Corte Costituzionale indispensabile anche per altri motivi, perché la Corte, qui e là, negli ultimi tempi qualche legge gliel’ha bocciata.

Insomma è un disastro: siamo proprio in mano ai criminali..

12.9.2013


                                       Alfonso Luigi Marra









SCOOP  









CANALE VIMEO CDD

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              

Categorie: AVV MARRA, Giuliano Amato, Massonerie deviate, super-massoni | Lascia un commento

Marra:Ma a che serve se il super-massone Giuliano Amato diventa giudice costituzionale? Monte Paschi il 27.11.13 dal GUP per usura per una mia denunzia del 2009.


CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI 
 Share SHARE

Marra: Monte Paschi il 27.11.13 dal GUP per usura per una mia denunzia del 2009. 

Ma a che serve se il super-massone Giuliano Amato diventa giudice costituzionale?

Il Fatto Quotidiano, con un articolo di Vincenzo Iurillo, ha già, a fine agosto, dato la notizia dell’importantissima richiesta, da parte del PM Alfredo Greco, di rinvio a giudizio per usura, su una mia denunzia del 2009, del Monte Paschi, e della fissazione, al 27.11.2013, dell’udienza preliminare dinanzi al GUP del Tribunale Penale di Vallo della Lucania.
Questione giudiziaria di cui però devo ora illustrare sia l’aspetto cruciale che il modo in cui in essa (che rappresenta un passaggio importantissimo della lotta alle banche) si inserisce la vergognosa, sfrontatissima nomina alla Corte Costituzionale del super-massone, aspenino eccetera, Giuliano Amato, da parte del super-massone Napolitano (mi rifiuto di chiamarlo Presidente).
La magistratura, cioè, è sempre stata al servizio delle banche, ed è piena di massoni deviati e persino pedofilo satanici. E questo lo sapevamo.

E sappiamo che anche la Corte Costituzionale – oltre ad avere vari giudici variamente chiacchierati in quanto in odore di massonicità – è globalmente anch’essa filo-massonica non fosse altro che perché finge di non capire che la massoneria è illecita, dato che la sua essenza è nella  segretezza (che è vietata), così come finge di non capire che il bilderberg è un’organizzazione criminale.

Sennonché, non tutti i magistrati sono massoni di fatto o in pectoree, ora che lo sfascio creato dal potere bancario è divenuto insopportabile, ecco che, qui e là, qualche giudice coraggioso e dignitoso sta trovando  lo spazio per aprire quelle indagini e quei processi che probabilmente avrebbe voluto fare da anni, ma che fin qui non c’erano le condizioni per fare, come il PM Alfredo Greco che, già dal 15.11.2011, in seguito alla mia denunzia del 2009, iscrisse nel registro degli indagati Giuseppe Mussari e Antonio Vigna, quali presidenti e direttore pro tempore del Monte Paschi.


Provvedimento al quale sono poi seguiti altri, sicché il potere bancario – avendo fiutato il pericolo di ‘epidemia’ – corre ai ripari. Corre ai ripari cercando di rafforzare i ranghi massonici nell’ambito della magistratura mediante nomine come quella di Giuliano Amato, personaggio orrendo, ‘residente’ in quella land of darkness(terra dell’oscurità) in cui si decide e si organizza il condizionamento e la rovina morale e materiale della società mondiale.

Nomina contro la quale presenterò una denunzia alla Procura di Roma, alla quale già presentai la denunzia per la nomina di Mario Monti a Presidente del Consiglio da parte del circolo criminale occulto bilderberg, perché non ritengo che la magistratura possa rimanere all’infinito in silenzio di fronte a simili crimini, ora anche al suo stesso interno.

Perché – va bene che la magistratura è piena di PM e giudici massoni deviati, alcuni dei quali pure pedofilo satanici, ma almeno non lo si sapeva, e i nomi, per il momento, salvo alcuni, non sono venuti fuori con chiarezza – ma che Amato è espressione della peggiore massoneria e della finanza più criminale lo sanno tutti, sicché per nominarlo giudice della Corte Costituzionale ci voleva solo una faccia di bronzo come Napolitano.

Napolitano che del resto ha nominato poco fa senatori a vita quattro personaggi due dei quali massoni conclamati (Claudio D’Abbado e Renzo Piano), uno (Elena Cattaneo) che con la politica c’entra come i cavoli a merenda, ma che c’è da giurare farà sempre quello che le diranno gli stessi  ambienti che guidano Napolitano, e un altro che è intimo alle logiche massoniche, cioè lo pseudo-scienziato Rubbia, ovvero quell’asino secondo il quale si può andare indietro ma non avanti (o viceversa, non ricordo) nel tempo; laddove il tempo non è che un numero di codice per ‘etichettare’ le forme della realtà che si succedono, sicché non si può né riandare alle forme che essa ha avuto né anticipare quelle che avrà (approfondisci da La definizione del concetto di tempo, in La storia di Giovanni e Margherita). Nomine eseguite per incarico del potere massonicobancario allo scopo di alterare la maggioranza al Senato, dove c’è già Mario Monti (quindi 5 voti sicuri per le banche).

Si stanno in pratica organizzando in modo che il Governo fa i decreti legislativi anticostituzionali, il Parlamento (che è già sotto il controllo della massoneria) immancabilmente li converte in legge, e la Corte Costituzionale, quando le arrivano i ricorsi per la loro anticostituzionalità, li boccia.

Nonostante, cioè, siamo già in un regime di assoggettamento quasi totale della magistratura alla potere bancario tramite il potere massonico, si stanno organizzando perché questo controllo divenga più serrato, perché il rischio è che, anche un solo PM come Alfredo Greco, che non obbedisce agli ordini, può mettere in crisi il regime, specie poi se trova un GUP che la pensa come lui.

Una situazione molto grave, perché che i politici, da Napolitano a Renzi a quello squallido di Pannella ecc, sono tutti massoni, bilderberghini e così via lo sapevamo, ma se comincia una colonizzazione massonica esplicita anche della Corte Costituzionale si potrà solo aspettare che il regime sia travolto dai conflitti interni o dalla tragedia climatica e ambientale.

Pannella che definisco squallido perché i finti rivoluzionari come lui o Grillo o Bonino (quest’ultima è bilderberghina) mi disgustano peggio ancora di quelli conclamati.

Perché quanto Grillo e i grillini siano fasulli lo si capisce ad esempio anche dal fatto che hanno sì protestato contro Amato, ma adducendo che così guadagnerà ancora di più, ovvero guardandosi bene dal dire che il vero problema è che è un pericoloso massone.

Argomenti che non possono prendere perché Casaleggio è intimo al peggiore potere bancario, che equivale a dire massonico, e lo stesso Grillo non ha ancora spiegato cosa ci faceva a bordo del Britannia, la nave della marina inglese, nel 1992, in occasione di quella gravissima riunione massonicobilderberghina, e soprattutto continua a non spiegare perché di banche si limita a parlare il minimo indispensabile (qualcosa la deve pur dire o far dire, visto quanto ne parlava prima che lo arruolassero).

E veniamo ora alla questione Monte Paschi. Ebbene, sono una trentina d’anni che la magistratura mi fa crepare sulla questione della responsabilità penale, per l’usura, del presidente e del direttore della banca, in questo caso del Monte dei Paschi, e non invece del funzionario dell’agenzia dov’era il conto corrente o il mutuo usuraio.

In sostanza, quando presento queste denunzie per usura, denunzio la banca in persona del presidente e del direttore. E lo faccio nella logica che se una banca pratica l’usura nei confronti ad esempio di Paolo Rosi, non è perché ha in antipatia Paolo Rossi, ma perché pratica l’usura con tutti.

I PM, invece, quando proprio l’usura non la si può negare, la richiesta di rinvio a giudizio magari (raramente) la fanno, ma la fanno nei confronti del malcapitato funzionario dell’agenzia, che non c’entra nulla, perché i criteri secondo i quali vengono concessi i mutui o i fidi vengono stabiliti in sostanza dalla proprietà della banca attraverso gli organi che la rappresentano, per cui la responsabilità non può che essere della banca in persona del suo legale rappresentante.

Cose ovvie, ma che PM e giudici hanno sempre finto di non capire allo scopo palese di circoscrivere i processi al singolo caso per consentire così alle banche di poter continuare a praticare l’usura verso tutto il resto della collettività.

Una questione sulla quale ho avuto negli anni scontri violentissimi con la magistratura o con singoli magistrati, sperando che il principio passasse sia pure magari non in una mia causa per non dare a vedere che davano ragione a me, come spesso accade.

Ed ecco invece che, sorprendendomi piacevolmente, il PM Alfredo Greco, il 15 novembre 2011, iscrisse Giuseppe Mussari e Antonio Vigna, rispettivamente, all’epoca, presidente e direttore del Monte Paschi, nel registro degli indagati, per cui, alla fine, il GUP ha fissato l’udienza preliminare per il 27 novembre 2013.

Ora, cosa farà il GUP, se cioè li rinvierà a giudizio o no, proprio non lo so, e se dicessi che conto nel rinvio a giudizio mi comporterei come colui che spera troppo, perché sono decenni che assisto con disgusto allo svilupparsi di una giurisprudenza assurda e mostruosamente in favore delle banche e contro la società, sicché se il GUP, che non so chi sia, li rinvia a giudizio, fa una cosa assolutamente nuova, inattesa e straordinaria, nonostante sia una cosa logica, e che la magistratura avrebbe dovuto fare da sempre.

Il guaio è, però, che ora il nostro Governo a guida bilderberg sa di avere il super-massone Amato alla Corte Costituzionale, per cui ha pochi timori a riprendere il varo dei suoi decreti legge filo-bancari da far poi approvare a questo parlamento per la quasi totalità di invertebrati. 

Un controllo della Corte Costituzionale indispensabile anche per altri motivi, perché la Corte, qui e là, negli ultimi tempi qualche legge gliel’ha bocciata.

Insomma è un disastro: siamo proprio in mano ai criminali..

12.9.2013



                                       Alfonso Luigi Marra




SCOOP  


 

 

 

CANALE VIMEO CDD

CLICCA SULLO SHARE BUTTON E POI CONDIVIDI CON 19 SOCIAL NETWORK E  SOSTIENI E DIFFONDI  Share SHARE              

Categorie: AVV MARRA, Giuliano Amato, Massonerie deviate, super-massoni | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: